Dopo il grande successo dello scorso anno, il 18 giugno si tiene la seconda edizione del PA Social Day, un evento unico nel suo genere a livello internazionale con 18 città impegnate in contemporanea sui temi della nuova comunicazione. L’evento è organizzato e promosso dall’associazione PA Social, la prima in Italia dedicata allo sviluppo della nuova comunicazione, quella portata avanti attraverso social network, chat, intelligenza artificiale, tutti gli strumenti innovativi messi a disposizione dal digitale.
Francesco Di Costanzo, presidente dell’associazione nazionale PA Social e Livio Gigliuto, Direttore dell’Osservatorio nazionale sulla Comunicazione Digitale e Vice Presidente Istituto Piepoli, hanno presentato a Roma stamattina alla stampa il programma dell’evento e le tante novità proposte per l’edizione 2019.
Il PA Social Day è organizzato dall’associazione PA Social e realizzato grazie ai partner InfoCamere, L’Eco della Stampa, Digital4Democracy e ai media partner Agi, iPress, cittadiniditwitter.it e Ilgiornaledellaprotezionecivile.it.
“Il PA Social Day – spiega Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social – sarà una grande occasione di confronto, partecipazione, scambio di buone pratiche, una ulteriore opportunità di crescita per la rete nazionale della nuova comunicazione. Ogni anno, con soddisfazione, assistiamo ad una crescita nel numero e soprattutto nella qualità di buone pratiche in tutto il Paese, l’Italia è un modello per enti e aziende pubbliche che utilizzano web, social network, chat, intelligenza artificiale per la comunicazione, l’informazione e i servizi al cittadino. Non è un caso e lo faremo nuovamente il prossimo 20 giugno a Tunisi su invito Ocse, che il nostro Paese con PA Social sia considerato un modello da seguire a livello internazionale. Il PA Social Day è un evento unico nel suo genere, aperto a tutti e con il coinvolgimento di tantissime persone in tutta Italia: PA, utilities, imprese, singoli professionisti, amministratori pubblici, manager, cittadini. Una comunità-community sempre viva di cui dobbiamo essere orgogliosi. Il lavoro sulla nuova comunicazione con divulgazione, formazione, ricerca, va avanti con un sempre più forte spirito d’innovazione che il PA Social Day rappresenterà con 18 città impegnate in contemporanea e con numerose novità rispetto alla scorsa edizione”.
“I social network diventano il medium principale attraverso il quale gli italiani vogliono essere informati dal settore pubblico – afferma Livio Gigliuto, direttore dell’Osservatorio nazionale sulla Comunicazione Digitale e vice presidente Istituto Piepoli – lo confermano 8 italiani su 10, in modo trasversale tra le diverse fasce d’età e le diverse aree del Paese. Tra gli italiani cresce la voglia di una PA finalmente social, come sono social tutte le aziende con cui i cittadini si interfacciano ogni giorno. Anche gli over 55 dichiarano sempre di più di voler essere informati tramite Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn e le chat come WhatsApp, Telegram, Messenger”.

IL PROGRAMMA

In contemporanea in 18 città si terrà un evento #pasocial animato da professionisti del digitale, giornalisti, comunicatori, rappresentanti di enti, aziende pubbliche, associazioni, imprese e aperto alla partecipazione di tutti. In ogni città si affronterà e approfondirà un tema specifico legato al tema generale della nuova comunicazione digitale. Tutti gli eventi saranno visibili in diretta live sulla pagina dedicata su www.pasocial.info, alimentata dalla piattaforma IPress, e su tutti i social con l’hashtag #pasocial nella mattina del 18 giugno, dalle 9.30 alle 13.30.
L’obiettivo è ampliare il dibattito, sollecitare un confronto, raccogliere idee e proposte, allargare ulteriormente la rete della nuova comunicazione, dare visibilità all’ottimo lavoro che viene portato avanti su tutto il territorio nazionale, sviluppare e incentivare la nascita di nuove esperienze, tirare le somme delle tante cose fatte fino ad oggi, ma soprattutto costruire il lavoro del presente e del futuro.
Nello specifico le città coinvolte e i temi discussi durante il PA Social Day saranno:
• Ancona, Marche: Fake news
• Bagheria, Sicilia: Comunicare Trasparenza e Legalità
• Bologna, Emilia Romagna: Comunicare l’educazione con i social
• Campobasso, Molise: Big data e Open data
• Firenze, Toscana: Musei e Cultura
• Grado, Friuli Venezia Giulia: Turismo
• Milano, Lombardia: Informare e comunicare, contenuti e strumenti per i piani editoriali della PA
• Napoli, Campania: Ambiente, Sanità, Qualità della vita
• Padova, Veneto: Mobilità e Sviluppo Sostenibile
• Perugia, Umbria: Semplificazione
• Pescara, Abruzzo: Fondi europei
• Reggio Calabria, Calabria: Strumenti di Partecipazione e Innovazione per la Valorizzazione del Patrimonio archeologico e culturale
• Roma, Lazio: Comunicazione pubblica e networking, comunicare l’innovazione sul territorio
• Sassari, Sardegna: Nuove professioni e organizzazione di comunicazione e informazione
• Taranto, Puglia e Basilicata: Comunicare sviluppo e comportamenti sostenibili
• Torino, Piemonte: Digital education e digital community nella PA
• Trento, Trentino Alto Adige: Comunicazione e valorizzazione dei Beni Culturali per l’Industria del Turismo
• Vado Ligure, Liguria: Comunicazione in Emergenza

LE NOVITÀ

Sono tante le novità che accompagneranno la seconda edizione del PA Social Day, grazie alla collaborazione dei partner dell’evento:
• L’Osservatorio nazionale sulla Comunicazione Digitale, promosso da PA Social e dall’Istituto Piepoli, presenterà un’importante chiave di lettura e dati sul rapporto tra PA, cittadini, social network e chat. In occasione del PA Social Day verranno resi noti, in tutti i 18 eventi, i risultati di una nuova ricerca che misura il grado di connessione tra Pubblica Amministrazione, cittadini, imprese e social/chat. Un rapporto che, come dimostreranno i dati, negli anni va consolidandosi sempre di più;
• InfoCamere porterà in varie città i dati e le analisi su imprese e innovazione in Italia;
• L’Eco della Stampa farà un monitoraggio del web e delle varie piattaforme social durante e dopo il PA Social Day seguendo il racconto con l’hashtag #pasocial e le chiavi di ricerca legate all’evento;
• Grazie alla tecnologia di Cedat 85 e Digital4Democracy i contenuti dei 18 eventi saranno raccolti in una libreria audio e utilizzati per una pubblicazione successiva;
• In occasione del PA Social Day uscirà il numero zero de “I Quaderni di PA Social”, una nuova pubblicazione scientifica di approfondimento sui temi della nuova comunicazione.

Tutte le informazioni, i programmi città per città, le notizie sul PA Social Day sono disponibili in continuo aggiornamento su www.pasocial.info e su tutti i canali social e chat dell’Associazione PA Social.

Invia commento

(da Agi.it) di Livio Gigliuto

Negli ultimi anni, gli studi sull’opinione pubblica condotti dall’Associazione PA Social con Istituto Piepoli confermano che la fase uno, quella dell’invasione digitale da parte della PA e delle aziende pubbliche, è completata: gli italiani sanno che Comuni, Regioni, Ministeri, strutture pubbliche in generale, comunicano tramite i social network e le chat, come fanno le imprese, ma non sanno perché lo fanno.

Solo 6 italiani su 10 conoscono i servizi erogati online dal loro Comune e 1 su 3 non sa neanche che servizi pubblici aspettarsi tramite Facebook e Whatsapp.

La Pubblica Amministrazione su social network e chat, che tengono una share sempre più alta delle nostre menti, si esprime attraverso positive, ma isolate azioni individuali, monadi slegate tra loro e ancora non abbastanza connesse alle richieste dei cittadini. Su questo PA Social ha fatto un lavoro straordinario portando l’Italia ad essere la prima a livello internazionale ad avere una rete nazionale della nuova comunicazione pubblica. Molto resta da fare.

E allora, cosa pensano gli italiani della comunicazione attraverso web, social network, chat? Qual è lo stato della nuova comunicazione nel nostro Paese? Sono solo alcune domande a cui risponderà periodicamente il lavoro dell’Osservatorio Nazionale sulla Comunicazione Digitale, promosso e organizzato da PA Social, associazione nazionale per la nuova comunicazione, e Istituto Piepoli. L’Osservatorio è il naturale sbocco di un lavoro di analisi, ricerca e approfondimento che PA Social e Istituto Piepoli portano avanti da tempo e che oggi mira ad essere un punto di riferimento per esperti di comunicazione e cittadini.

Questo monitor costante sul rapporto tra opinione pubblica e comunicazione digitale proverà a raccontare la mutagenesi delle nostre vite, che percepiamo ogni giorno come più digitali. Un fenomeno che l’Osservatorio intende analizzare senza cadere in seduttivi e semplicistici affreschi di futuri distopici. 

Se oggi il 78% degli italiani, giovani e meno giovani sostanzialmente alla stessa maniera, si collega più volte al giorno sui social network e il 42% ritiene affidabili le informazioni divulgate sul web (a soli 9 punti da quelle diffuse da “mamma TV”) arriverà un giorno in cui la relazione personale verrà integralmente sostituita dal contatto mediato da smartphone e assistenti vocali? Screenshot e visori tridimensionali ruberanno la scena a incontri vis a vis? La visione “Black Mirror”, come quella che negli anni ’80 raccontava di macchine volanti e alimentazione basata su pillole e cibi liofilizzati, potrebbe indurci a immaginare un futuro in cui il digitale prende il posto del contatto umano. 

Ad oggi, più che il modello “sostitutivo” di digitale, in cui il contatto umano viene soppiantato da contatti mediati da un touchscreen, sembra vincere quello figitale, in cui gli strumenti di comunicazione digitale “potenziano” il contatto personale, permettendo alle persone di sentirsi più spesso, stringere relazioni più soddisfacenti, vivere meglio con gli altri. 

Esattamente come sta succedendo in questi giorni, in cui continuiamo a prendere il taxi e a parlare col tassista di calcio e di politica, ma magari lo chiamiamo tramite un’app scaricata sul nostro smartphone seguendo la rassicurante icona a forma di macchina sullo schermo che ci dice quanti minuti mancano al suo arrivo. L’Osservatorio Nazionale sulla Comunicazione Digitale (sul sito www.pasocial.info tutte le informazioni) fornirà quindi chiavi di lettura e dati oggettivi sulla trasformazione della società attraverso la realizzazione collettiva di studi, ricerche, analisi e letture. Su tre principali tematiche di riferimento: PA (responsabile Sergio Talamo), Utilities (responsabile Gianluca Spitella), Imprese (responsabile Marco Bani). 

Riuscirà a farlo grazie al contributo decisivo di partner istituzionali come InfoCamere, Anci Comunicare, gli Istituti Fisioterapici Ospitalieri, l’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena e Istituto Dermatologico San Gallicano, Federsanità Anci, partner tecnologici come Eco della Stampa, Doxee, IPress Live, Cittadini di Twitter, Gastone Crm, IlGiornaledellaProtezioneCivile.it, la supervisione e l’apporto di qualità di un Comitato Scientifico formato da Alessandro Cederle (Eco della Stampa), Niccolò Stamboglis (InfoCamere), Patrizia Minnelli (Anci Comunicare), Alessandro Bellantoni (OCSE), Enrico Celotto (Doxee), Gianni Martino (CAR2GO), Letizia Materassi (Università di Firenze), Gea Ducci (Università di Urbino Carlo Bo), Aurora Fantin (Università di Trieste), Francesca Anzalone (Esperta di comunicazione e digitale), Fabio Malagnino (Consiglio Regionale Piemonte), Francesco Pira (Università di Messina), Alessandro Lovari (Università di Cagliari), Marisandra Lizzi (IPress Live), Lorella Salce (IFO), Marzia Sandroni (Federsanità Anci), Marco Laudonio (Ministero Economia e Finanze), Giovanni Sacchitelli (Comunicazione Italiana),  Giuseppe Lanese (USR Molise), Michele Bergonzi (Iulm), Giuseppe Bonura (General Manager), Duilio Rabottini (Regione Abruzzo), Daniele Lombardini (Usl Umbria 2), Pasquale Popolizio (IWA Italy). Un “dream team” della comunicazione digitale italiana che ringraziamo per l’entusiasmo e la dedizione con cui hanno accettato di combattere la “guerra santa” della comunicazione digitale in Italia contribuendo all’attività dell’Osservatorio, che si riunirà per la prima volta nel mese di aprile.

“Comunicazione e social media per la scuola”#Masterclass per #docenti: Full immersion per #apprendere l’utilizzo dei #social nella #didattica #scolastica
Corso riconosciuto dal MIUR e realizzato in collaborazione con Digital Media.
Clicca sul link per assicurarti il posto in aula – posti limitati: 
https://tefurma.it/Corsi/dettaglio/1300

 

Tra gli ospiti anche l’ambasciatore americano del jazz, Ari Roland.

Sono stati quattro giorni di musica ed eventi, con concerti, workshop e formazione. Più di 100 i musicisti partecipanti all’edizione 2018 del Tetracordo Summit”: dagli studenti delle scuole, dei licei e dei Conservatori ad artisti con esperienza internazionale. L’evento, che si è svolto nel centro storico di Isernia dal 18 al 22 luglio, è ormai diventato un punto di riferimento per lo scambio culturale e musicale tra artisti provenienti da paesi come USA, Francia, Spagna, Olanda e dal Medio Oriente. E Digital Media è stata scelta come media partner della manifestazione. All’appuntamento ha partecipato anche Ari Roland, ambasciatore americano della musica jazz nel mondo. Lo stesso ruolo è stato ricoperto in passato da musicisti del calibro di Duke Ellington, Dizzy Gillespie e Louis Armstrong. Non a caso l’edizione di quest’anno si è tenuta sotto l’osservazione del Dipartimento di Stato americano per gli Affari culturali e l’Educazione, coinvolgendo la figura degli ambasciatori del jazz. L’evento di Isernia ha previsto anche occasioni di incontro artistico e musicale tra i partecipanti e gli immigrati ospitati nelle strutture del territorio. Oltre al jazzista Ari Roland, il Tetracordo Summit si è arricchito della presenza della cantante israeliana Yaala Ballin, del compositore francese Stéphane Delplace, del direttore d’orchestra e docente della Juilliard School di New York Antonio Ciacca, del talentuoso fisarmonicista Samuele Telari. Tra gli altri ospiti dell’evento anche il tenore Paolo Bartolucci, il Coro Gospel di Isernia, l’Orchestra Giovanile Città di Isernia e i docenti della Epic Music Orchestra.

Per non dimenticare e per promuovere la Pace”. Questo il titolo della manifestazione conclusiva del Premio Giornalistico Nazionale “Maria Grazia Cutuli”, XVI Edizione, promosso e organizzato dal Centro Culturale Internazionale “Luigi Einaudi” in programma il 18 e 19 novembre a San Severo. Manifestazione che si svolge con il Patrocinio della Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, dei Comuni di San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo, del magazine Restoalsud e di Digital Media. Ecco il programma dell’evento:

Sabato 18 novembre, alle ore 10:30, nell’Auditorium Teatro “P. Giannone” di San Marco in Lamis, i Giornalisti Francesco Giorgino (TG1), Goffredo Buccini (Corriere della Sera), Massimo Sebastiani (ANSA), Goffredo Palmerini (Stampa internazionale), Desio Cristalli (Gazzetta di San Severo), incontreranno Autorità, studenti e cittadinanza sui temi attualmente più scottanti.

Domenica 19 novembre, alle ore 11:00, si svolgerà ad Apricena la Cerimonia di Premiazione, presso le Cantine “Le Grotte” di Pasquale Dell’Erba. Prevista la partecipazione del Presidente Onorario del Premio, Prof. Cav. Hafez Haidar, candidato al Premio Nobel per la Pace e Premio “Cutuli” 2016, e del Presidente della Giuria, Prof. Rino Caputo (Università di Roma “Tor Vergata”). Il coordinamento sarà curato dalla Presidente del Premio, Prof.ssa Comm. Rosa Nicoletta Tomasone. L’ottima Giuria ne curerà lo svolgimento.

Il Premio giornalistico Maria Grazia Cutuli “Per non dimenticare e per costruire la Pace”, è un evento di caratura nazionale per la difesa dell’informazione, come condizione di libertà e di democrazia, e per la difesa dei diritti e della dignità della persona, fortemente voluto dalla Presidente del Centro Culturale “L. Einaudi” Comm. Rosa Nicoletta Tomasone. Questi elementi costituiscono le coordinate del Premio che, partendo dal “dovere della memoria”, si proietta nel futuro e verso quei Paesi ancora all’affannosa ricerca della libertà, della democrazia, se non proprio del diritto di esistere, e sintetizza il suo impegno nella promozione della Pace. Il Premio “Maria Grazia Cutuli” è inserito nella programmazione di molte Scuole Superiori. Gli studenti vengono invitati a leggere, dibattere e confrontarsi. Offre dunque ai giovani uno stimolo per riflettere su ciò che hanno e a motivarli nel costruire e difendere il bene prezioso della Libertà.

Quest’anno il Premio si celebra sull’Itinerario Culturale “Le Vie di Carlo V”, del quale è vice Presidente europea la prof.ssa Rosa Nicoletta Tomasone, riconosciuto dal Consiglio d’Europa.Significativa, inoltreè la scelta di legarlo ai Comuni che si trovano lungo le vie dei Santuari Garganici (Apricena, San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo) per far sì che il binomio Cultura e Fede diventi volano di sviluppo, di promozione dei Territori e di Pace. Sindaci e Scuole hanno accolto con entusiasmo la proposta di ospitare il Premio, che da quest’anno viene portato in quelle Città che mostrano sensibilità alle tematiche su esposte e che potranno pertanto godere degli effetti promozionali dell’evento e di una forte visibilità.

 

Sedici Speaker, 16 interventi in sessione plenaria da 30′, 1.000 aziende riunite per parlare dell’utilizzo dei Social in un mondo Digital senza frontiere. Sono questi i numeri del Social Media Marketing Day che si terrà mercoledì 14 giugno nell’Auditorium de IlSole24Ore di Milano.

Quello stesso giorno sarà possibile seguire la diretta dell’evento a Lucera, negli spazi di Combo Studios (in via E. De Deo 1) grazie alla collaborazione di Digital MediaCombo Studios, Pop Corn, euGenio Creative Coworking, Laboratori ArteFacendo e Com.Unica,  giovani realtà del territorio che gravitano nel mondo della comunicazione a 360°. L’idea della diretta nasce dalla volontà di vivere insieme momenti formativi importanti, creando occasioni di scambio e condivisione, senza dover andare a Milano.

Il 14 giugno sarà possibile vedere in live streaming il Social Media Marketing Day Italia, l’evento che da 5 anni è il punto di riferimento sui temi del social media marketing e della digital communication per aziende, professionisti, associazioni, pubbliche amministrazioni.

Tra gli speaker ci sono nomi importanti: Luigi Contu – Direttore dell’ANSA, Sergio De Luca – Direttore della Comunicazione di Confcommercio, Massimo Chieruzzi – CEO di AdEspresso, Francesco Piccinini – Direttore di FanPage.it, Andrea Saviane – Country Manager di BlaBlaCar. Uno spazio speciale sarà dedicato all’utilizzo etico dei social media per progetti di natura sociale, con la partecipazione di Giovanni Cupidi, del Direttivo DisabilityPride Italia e Vicepresidente dell’Associazione Insieme per l’autismo Onlus.

“In Italia trascorriamo più di 2 ore e mezza al giorno su smartphone, prevalentemente su social e chat apps, e quando guardiamo la tv la sera spesso abbiamo il cellulare in mano. È importante comprendere i numeri che stanno dietro al fenomeno social, non è destinato a finire presto e ha impatti potenti su tutto il mondo economico, politico, sociale e istituzionale”, dichiaraAndrea Albanese CEO di Web Marketing Manager e fra i massimi esperti di social media in Italia.

“Con Andrea abbiamo voluto iniziare a costruire una collaborazione il cui scopo sarà organizzare, sempre più, eventi e iniziative che promuovano la cultura digitale e le nuove professioni anche in Puglia e in generale al Sud. La rivoluzione digitale ha bisogno di idee e di persone non di slogan. Nelle grandi città così come nei borghi”, aggiunge Roberto Zarriello, presidente Associazione Digital Media.

Il programma della giornata è molto ricco e prevede la seguente scaletta:

9.00 Registrazione e Networking;
9.30 Social Media Marketing Trends 2017-2018 con Andrea Albanese – Social Media Marketing Manager – Digital Communication Advisor;

10.00 Social Media e Video LiveStreaming Trends and KPI 2017-2018 con Andrea Albanese – Social Media Marketing Manager – Digital Communication Advisor;

10.30 Social Media per l’informazione: la creazione del centro di competenza Social negli editori. La presenza sui social e le competenze dei giornalisti per combattere le Fake News con Luigi Contu – Direttore – Agenzia Ansa;

11.00 Social Media per Associazioni e Rappresentanze con Sergio De Luca – Direttore Comunicazione – Confcommercio;
11.30 Pausa Networking;
12.00 Social Media per Uffici Stampa, Digital PR e relazioni istituzionali con Renato Vichi – Head of Media Relations Italia – UniCredit;
12.30 Social Media e Comunicazione per la Pubblica Amministrazione – Il Caso #MontagnaFuturo – ERSAF Regione Lombardia con Andrea Albanese – Social Media Marketing Manager – Digital Communication Advisor;
13.00 Social Media e comunicazione dei valori del Brand tra Digital Strategy e Crisis Management – Il caso Unicef Italia con Raffaele Coruzzi – Responsabile Digital – Comitato Italiano per l’UNICEF Onlus;
13.30 Social Media per il Sociale (NO Profit, Onlus, Cause sociali, Volontariato …) con Giovanni Cupidi – Direttivo DisabilityPride Italia. Vicepresidente Associazione Insieme per l’autismo Onlus;
14.00 Pausa Networking e Pranzo Libero;
15.00 Social Media e come costruire un Funnel di vendita con Facebook Advertising con Massimo Chieruzzi – CEO – AdEspresso;
15.30 Social Media tra informazione ed entertainment. Tecniche, numeri, KPI per massimizzare l’engagement. Il caso Fanpage.it con Francesco Piccinini – Direttore Responsabile at Fanpage.it;
16.00 Social Media e Security con Andrea Zapparoli Manzoni – Board Member Clusit – Cyber Security Expert;
16.30 Social Media per eventi, fiere e manifestazioni – Il caso Senaf con Emilio Bianchi – Direttore Generale – Senaf Srl – Gruppo Tecniche Nuove Spa;
17.00 Pausa Networking;
17.30 Social Media e l’uso di Linkedin per realizzare una Digital Strategy volta alla Lead Generation (la costruzione del piano editoriale e la misurazione dei KPI) con Claudia Marchi – Direttore Marketing e Comunicazione – Air Sea S.r.l.;
18.00 Social Media ROI e KPI per stabilire un budget di riferimento;

18.30 Social Media per creare una community di viaggio: il caso BlaBlaCar con Andrea Saviane – Country Manager Italy BlaBlaCar;
19.00 Social Media Digital Competence Center: la Creazione dell’editore digitale nelle aziende con Andrea Albanese – Social Media Marketing Manager – Digital Communication Advisor;
19.30 Chiusura Evento, saluti e prossimi appuntamenti.

I posti sono limitati. Per maggiori informazioni e per iscrizioni: Combo Studios, 331.8867481, info@combostudios.it.

Comunicato Stampa

Oltre 100 partecipanti, tra studenti, docenti e musicisti provenienti da Francia, Spagna, Olanda e Usa. Quattro giorni di eventi, concerti, seminari e workshop.  Sono le premesse del Tetracordo International Music Festival. L’evento, giunto alla quarta edizione e con media partner Digital Media e Restoalsud, si svolgerà nel centro storico della città di Isernia dal 13 al 16 luglio prossimi. L’Edizione di quest’anno si avvale di prestigiose collaborazioni con i docenti della Juilliard School di New York, con docenti e artisti dell’Ecole Normale de Paris, del Collective ZOOT(Paris) e con Musica Da Casa Menotti di Spoleto.

GLI EVENTI DEL FESTIVAL – Il Festival ha in programma quattro attività per altrettante performance artistico-musicali. “Jazz at the square – Molise International Big Band”, con la big band diretta da Antonio Ciacca. In collaborazione con il collettivo francese ZOOT, sarà celebrato il contributo italiano nello sviluppo del Jazz in occasione della prima registrazione dall’Original Dixiland Jazz Band (guidata dagli italiani Nick La Rocca e Tony Sbarbaro). Il repertorio guiderà, sera dopo sera, il pubblico nella scoperta della storia del Jazz.

Gli “House concerts – Music culture exchange” puntano all’inclusione di strumenti di origine popolare nel repertorio classico. I concerti si svolgeranno all’interno dell’elegante palazzo Petrecca di Isernia, opera del maestro Vanvitelli, nel cortile del Palazzo San Francesco, a palazzo Laurelli e nel Chiostro delle monache. Ospite di punta della rassegna sarà il compositore Stephane Delplace (docente presso l’Ecole Normale de Paris e autore di opere eseguite nelle più importanti sale da concerto del mondo come la Philarmonie de Paris). La rassegna sarà organizzata in collaborazione con il Conservatorio Lorenzo Perosi di Campobasso e con Musica da Casa Menotti di Spoleto.

In programma, inoltre, il “Concerto Sinfonico” con la prima esecuzione mondiale della sinfonia scritta e diretta dal maestro Antonio Ciacca. E di scena anche la prima Italiana del Concerto per pianoforte e orchestra del maestro Stephane Delplace insieme a quattro momenti musicali in duo (pianoforte e clarinetto) con Giordano Carnevale.

Infine, c’è spazio anche per le lezioni della “Jazz Academy“, l’accademia che punta allo sviluppo della cultura e dell’educazione musicale con un workshop intensivo di quattro giorni indirizzato a musicisti di qualunque età e qualunque livello diretto da Antonio Ciacca, docente presso la Juilliard School di NYC. Il workshop prevede anche il Campus musicale estivo in collaborazione con l’Orchestra Giovanile Città di Isernia e i docenti della Epic Music Orchestra. Il 16 luglio si terrà il concerto finale con i docenti e i corsisti della “Jazz Academy”

LE RESIDENZE PER ARTISTI – La filosofia del Tetracordo International Music Festival si basa su concetti di scambio, aggregazione, accoglienza, promozione della musica e del territorio. Le attività concertistiche e didattiche proposte, infatti, sono realizzate grazie al concetto di “residenze per artisti“, intese come luoghi di formazione, lavoro e scambio per gli artisti e per il pubblico generico, grazie all’opportunità di confronto e di scoperta costante.

OBIETTIVI E STORIA DEL FESTIVAL – Il Tetracordo International Music Festival ha tra i suoi obiettivi lo sviluppo della cultura musicale a livello internazionale, la valorizzazione della musica tradizionale, la promozione della musica classica e jazz, l’alta formazione musicale e la valorizzazione dei talenti. E’ una manifestazione internazionale di musica e intercultura che si svolge annualmente nella città di Isernia dal 2014. I fondatori del Festival, Giordano Carnevale e Simone Pace, hanno scelto questa località molisana per la dimensione di un centro storico raccolto, per la presenza di palazzi nobiliari tipicamente italiani. Il Festival ha preso il via nel 2014 con la fondazione di un’accademia (Nuova Accademia di Jazz ‘Il Tetracordo’), diretta dal Jazz Ambassador Ari Roland, che ha riunito oltre 100 musicisti provenienti da tutto il mondo. Il Festival si è strutturato nel 2015 fino ad arrivare ad ospitare nel 2016 uno dei più importanti compositori del XXI secolo, Stephane Delplace. Ma il Tetracordo ha accolto anche illustri interpreti classici italiani come Massimo Spada e Vito Venezia, creando una serie di concerti classici in collaborazione con “Musica da Casa Menotti” (Festival dei due Mondi di Spoleto) in formato “House Concerts”.

LA DIREZIONE ARTISTICA – La direzione artistica del Festival è affidata a Giordano Carnevale (Clarinetto) e Simone Pace (Chitarra).  Giordano Carnevale ha conseguito i diplomi di laurea in Strumento e Composizione presso i Conservatori Lorenzo Perosi (Campobasso) e C. Debussy (Parigi), mentre quello di Musicologia presso l’Università Sorbonne di Parigi. Ha inciso due dischi: “Giordano Carnevale plays Duke Ellington” e “Cross Connection”. Presso l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi ha diretto un programma sull’impatto culturale che il jazz ebbe in Italia nel secondo dopoguerra. Risiede a Parigi dal 2012. E’ Cofondatore e direttore artistico del Festival Internazionale “Tetracordo Jazz Summit” e direttore artistico del “Cervinia Nature Music Festival”.

Simone Pace ha conseguito il diploma di laurea con il massimo dei voti presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. I suoi studi sono proseguiti presso il Saint Louis di Roma. Frequenta Siena Jazz 2007, We love Jazz 2008 e prende parte ai corsi di Barry Harris (2008, 2012 a New York, 2014). Studia con Agostino Di Giorgio, Bob Mover e Udo Van Boven. Ha collaborato con l’Eddie Lang Jazz Festival e registrato i dischi «ISMEZ/Music Live», «Alberto Benicchi and The Bebop Boys» e «Cross Connection». Collabora con alcuni dei principali musicisti della scena internazionale.

PATROCINI E PARTNER – Il Tetracordo International Music Festival è patrocinato dall’Assessorato alla Cultura della Regione Molise. Media partner sono l’associazione nazionale Digital Media e il magazine Restoalsud. Partner dell’evento è la Galleria 180 di Gennaro Petrecca. Mentre il Campus estivo della “Jazz Academy” è realizzato in partnership con i docenti e gli studenti dell’Orchestra Giovanile Città di Isernia e della Epic Music Orchestra.

La lettura del nome del vincitore è stato accompagnato da un lungo applauso. I 700 spettatori dell’Auditorium “Unità d’Italia” di Isernia hanno apprezzato la qualità del lavoro realizzato dagli studenti del Laboratorio “Talenti Digitali” curato dall’associazione Digital Media.

Gli alunni dell’Istituto “Pertini-Montini-Cuoco” di Campobasso sono poi saliti sul palco dove hanno ritirato la targa e il primo premio: 800 euro messi a disposizione dalla Presidenza del Consiglio Regionale del Molise per l’acquisto di software e materiale didattico.

Il video, della durata di un minuto e mezzo, è stato realizzato con interviste agli stessi studenti sul valore dell’appartenenza alla loro terra e con messaggi arrivati dagli emigranti molisani.

All’interno, scorrono anche le immagini delle bellezze del Molise, mentre la musica di sottofondo è quella del grande jazzista Eddie Lang, figlio proprio di emigranti molisani.

Il giornalismo digitale è sempre più in fermento. Termini come brand journalism e citizen journalism stanno aumentando di importanza tra gli addetti ai lavori e il giornalista ha sempre più bisogno di formarsi e aggiornarsi per carpire le tante potenzialità del suo mestiere.

È a questo scopo che nasce la Web Journalism Academy www.webjournalism.it , organizzata dalla web agency Webinfermento e da Digital Media, del giornalista Roberto Zarriello che si propone di essere il punto di riferimento per la formazione del giornalista digitale.

Dalla scrittura online e al copywriting persuasivo, all’utilizzo del social media per sviluppare il personal branding, dalle attività di Digital PR per la diffusione dei contenuti, all’ottimizzazione SEO dei testi per i motori di ricerca, tante saranno le tematiche trattate negli eventi che si organizzeranno nel 2017, la cui prima data sarà a Bari, in Puglia.

La Web Journalism Academy, di cui è partner l’agenzia di stampa nazionale Primapress, verrà lanciata durante il corso SEO che si terrà a Bari il 2 e 3 Dicembre 2016.

 

 

No virus
DOWNLOAD torrent

Nine Lives 2016

Tom Fire is a daredevil billionaire at the top of his game. Flint eponymous his company is nearing completion of greatest achievement so far – the highest skyscraper in the northern hemisphere.
Trolls 2016 WEB But Toms workaholic lifestyle off from his family, especially his wonderfulwife and daughter liked Rebecca Lara. On the way to his boys birthday, Tom had a terrible accident. When he regained consciousness, he was caught, sybadankucing was way into it. Adopted otsobstvenoto his family, he began to experience what life is really about pet cat,Tom started a family and see life through new and unexpected perspective.

.