Dopo il grande successo dello scorso anno, il 18 giugno si tiene la seconda edizione del PA Social Day, un evento unico nel suo genere a livello internazionale con 18 città impegnate in contemporanea sui temi della nuova comunicazione. L’evento è organizzato e promosso dall’associazione PA Social, la prima in Italia dedicata allo sviluppo della nuova comunicazione, quella portata avanti attraverso social network, chat, intelligenza artificiale, tutti gli strumenti innovativi messi a disposizione dal digitale.
Francesco Di Costanzo, presidente dell’associazione nazionale PA Social e Livio Gigliuto, Direttore dell’Osservatorio nazionale sulla Comunicazione Digitale e Vice Presidente Istituto Piepoli, hanno presentato a Roma stamattina alla stampa il programma dell’evento e le tante novità proposte per l’edizione 2019.
Il PA Social Day è organizzato dall’associazione PA Social e realizzato grazie ai partner InfoCamere, L’Eco della Stampa, Digital4Democracy e ai media partner Agi, iPress, cittadiniditwitter.it e Ilgiornaledellaprotezionecivile.it.
“Il PA Social Day – spiega Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social – sarà una grande occasione di confronto, partecipazione, scambio di buone pratiche, una ulteriore opportunità di crescita per la rete nazionale della nuova comunicazione. Ogni anno, con soddisfazione, assistiamo ad una crescita nel numero e soprattutto nella qualità di buone pratiche in tutto il Paese, l’Italia è un modello per enti e aziende pubbliche che utilizzano web, social network, chat, intelligenza artificiale per la comunicazione, l’informazione e i servizi al cittadino. Non è un caso e lo faremo nuovamente il prossimo 20 giugno a Tunisi su invito Ocse, che il nostro Paese con PA Social sia considerato un modello da seguire a livello internazionale. Il PA Social Day è un evento unico nel suo genere, aperto a tutti e con il coinvolgimento di tantissime persone in tutta Italia: PA, utilities, imprese, singoli professionisti, amministratori pubblici, manager, cittadini. Una comunità-community sempre viva di cui dobbiamo essere orgogliosi. Il lavoro sulla nuova comunicazione con divulgazione, formazione, ricerca, va avanti con un sempre più forte spirito d’innovazione che il PA Social Day rappresenterà con 18 città impegnate in contemporanea e con numerose novità rispetto alla scorsa edizione”.
“I social network diventano il medium principale attraverso il quale gli italiani vogliono essere informati dal settore pubblico – afferma Livio Gigliuto, direttore dell’Osservatorio nazionale sulla Comunicazione Digitale e vice presidente Istituto Piepoli – lo confermano 8 italiani su 10, in modo trasversale tra le diverse fasce d’età e le diverse aree del Paese. Tra gli italiani cresce la voglia di una PA finalmente social, come sono social tutte le aziende con cui i cittadini si interfacciano ogni giorno. Anche gli over 55 dichiarano sempre di più di voler essere informati tramite Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn e le chat come WhatsApp, Telegram, Messenger”.

IL PROGRAMMA

In contemporanea in 18 città si terrà un evento #pasocial animato da professionisti del digitale, giornalisti, comunicatori, rappresentanti di enti, aziende pubbliche, associazioni, imprese e aperto alla partecipazione di tutti. In ogni città si affronterà e approfondirà un tema specifico legato al tema generale della nuova comunicazione digitale. Tutti gli eventi saranno visibili in diretta live sulla pagina dedicata su www.pasocial.info, alimentata dalla piattaforma IPress, e su tutti i social con l’hashtag #pasocial nella mattina del 18 giugno, dalle 9.30 alle 13.30.
L’obiettivo è ampliare il dibattito, sollecitare un confronto, raccogliere idee e proposte, allargare ulteriormente la rete della nuova comunicazione, dare visibilità all’ottimo lavoro che viene portato avanti su tutto il territorio nazionale, sviluppare e incentivare la nascita di nuove esperienze, tirare le somme delle tante cose fatte fino ad oggi, ma soprattutto costruire il lavoro del presente e del futuro.
Nello specifico le città coinvolte e i temi discussi durante il PA Social Day saranno:
• Ancona, Marche: Fake news
• Bagheria, Sicilia: Comunicare Trasparenza e Legalità
• Bologna, Emilia Romagna: Comunicare l’educazione con i social
• Campobasso, Molise: Big data e Open data
• Firenze, Toscana: Musei e Cultura
• Grado, Friuli Venezia Giulia: Turismo
• Milano, Lombardia: Informare e comunicare, contenuti e strumenti per i piani editoriali della PA
• Napoli, Campania: Ambiente, Sanità, Qualità della vita
• Padova, Veneto: Mobilità e Sviluppo Sostenibile
• Perugia, Umbria: Semplificazione
• Pescara, Abruzzo: Fondi europei
• Reggio Calabria, Calabria: Strumenti di Partecipazione e Innovazione per la Valorizzazione del Patrimonio archeologico e culturale
• Roma, Lazio: Comunicazione pubblica e networking, comunicare l’innovazione sul territorio
• Sassari, Sardegna: Nuove professioni e organizzazione di comunicazione e informazione
• Taranto, Puglia e Basilicata: Comunicare sviluppo e comportamenti sostenibili
• Torino, Piemonte: Digital education e digital community nella PA
• Trento, Trentino Alto Adige: Comunicazione e valorizzazione dei Beni Culturali per l’Industria del Turismo
• Vado Ligure, Liguria: Comunicazione in Emergenza

LE NOVITÀ

Sono tante le novità che accompagneranno la seconda edizione del PA Social Day, grazie alla collaborazione dei partner dell’evento:
• L’Osservatorio nazionale sulla Comunicazione Digitale, promosso da PA Social e dall’Istituto Piepoli, presenterà un’importante chiave di lettura e dati sul rapporto tra PA, cittadini, social network e chat. In occasione del PA Social Day verranno resi noti, in tutti i 18 eventi, i risultati di una nuova ricerca che misura il grado di connessione tra Pubblica Amministrazione, cittadini, imprese e social/chat. Un rapporto che, come dimostreranno i dati, negli anni va consolidandosi sempre di più;
• InfoCamere porterà in varie città i dati e le analisi su imprese e innovazione in Italia;
• L’Eco della Stampa farà un monitoraggio del web e delle varie piattaforme social durante e dopo il PA Social Day seguendo il racconto con l’hashtag #pasocial e le chiavi di ricerca legate all’evento;
• Grazie alla tecnologia di Cedat 85 e Digital4Democracy i contenuti dei 18 eventi saranno raccolti in una libreria audio e utilizzati per una pubblicazione successiva;
• In occasione del PA Social Day uscirà il numero zero de “I Quaderni di PA Social”, una nuova pubblicazione scientifica di approfondimento sui temi della nuova comunicazione.

Tutte le informazioni, i programmi città per città, le notizie sul PA Social Day sono disponibili in continuo aggiornamento su www.pasocial.info e su tutti i canali social e chat dell’Associazione PA Social.

Invia commento

Share this