Oltre 100 partecipanti, tra studenti, docenti e musicisti provenienti da Francia, Spagna, Olanda e Usa. Quattro giorni di eventi, concerti, seminari e workshop.  Sono le premesse del Tetracordo International Music Festival. L’evento, giunto alla quarta edizione e con media partner Digital Media e Restoalsud, si svolgerà nel centro storico della città di Isernia dal 13 al 16 luglio prossimi. L’Edizione di quest’anno si avvale di prestigiose collaborazioni con i docenti della Juilliard School di New York, con docenti e artisti dell’Ecole Normale de Paris, del Collective ZOOT(Paris) e con Musica Da Casa Menotti di Spoleto.

GLI EVENTI DEL FESTIVAL – Il Festival ha in programma quattro attività per altrettante performance artistico-musicali. “Jazz at the square – Molise International Big Band”, con la big band diretta da Antonio Ciacca. In collaborazione con il collettivo francese ZOOT, sarà celebrato il contributo italiano nello sviluppo del Jazz in occasione della prima registrazione dall’Original Dixiland Jazz Band (guidata dagli italiani Nick La Rocca e Tony Sbarbaro). Il repertorio guiderà, sera dopo sera, il pubblico nella scoperta della storia del Jazz.

Gli “House concerts – Music culture exchange” puntano all’inclusione di strumenti di origine popolare nel repertorio classico. I concerti si svolgeranno all’interno dell’elegante palazzo Petrecca di Isernia, opera del maestro Vanvitelli, nel cortile del Palazzo San Francesco, a palazzo Laurelli e nel Chiostro delle monache. Ospite di punta della rassegna sarà il compositore Stephane Delplace (docente presso l’Ecole Normale de Paris e autore di opere eseguite nelle più importanti sale da concerto del mondo come la Philarmonie de Paris). La rassegna sarà organizzata in collaborazione con il Conservatorio Lorenzo Perosi di Campobasso e con Musica da Casa Menotti di Spoleto.

In programma, inoltre, il “Concerto Sinfonico” con la prima esecuzione mondiale della sinfonia scritta e diretta dal maestro Antonio Ciacca. E di scena anche la prima Italiana del Concerto per pianoforte e orchestra del maestro Stephane Delplace insieme a quattro momenti musicali in duo (pianoforte e clarinetto) con Giordano Carnevale.

Infine, c’è spazio anche per le lezioni della “Jazz Academy“, l’accademia che punta allo sviluppo della cultura e dell’educazione musicale con un workshop intensivo di quattro giorni indirizzato a musicisti di qualunque età e qualunque livello diretto da Antonio Ciacca, docente presso la Juilliard School di NYC. Il workshop prevede anche il Campus musicale estivo in collaborazione con l’Orchestra Giovanile Città di Isernia e i docenti della Epic Music Orchestra. Il 16 luglio si terrà il concerto finale con i docenti e i corsisti della “Jazz Academy”

LE RESIDENZE PER ARTISTI – La filosofia del Tetracordo International Music Festival si basa su concetti di scambio, aggregazione, accoglienza, promozione della musica e del territorio. Le attività concertistiche e didattiche proposte, infatti, sono realizzate grazie al concetto di “residenze per artisti“, intese come luoghi di formazione, lavoro e scambio per gli artisti e per il pubblico generico, grazie all’opportunità di confronto e di scoperta costante.

OBIETTIVI E STORIA DEL FESTIVAL – Il Tetracordo International Music Festival ha tra i suoi obiettivi lo sviluppo della cultura musicale a livello internazionale, la valorizzazione della musica tradizionale, la promozione della musica classica e jazz, l’alta formazione musicale e la valorizzazione dei talenti. E’ una manifestazione internazionale di musica e intercultura che si svolge annualmente nella città di Isernia dal 2014. I fondatori del Festival, Giordano Carnevale e Simone Pace, hanno scelto questa località molisana per la dimensione di un centro storico raccolto, per la presenza di palazzi nobiliari tipicamente italiani. Il Festival ha preso il via nel 2014 con la fondazione di un’accademia (Nuova Accademia di Jazz ‘Il Tetracordo’), diretta dal Jazz Ambassador Ari Roland, che ha riunito oltre 100 musicisti provenienti da tutto il mondo. Il Festival si è strutturato nel 2015 fino ad arrivare ad ospitare nel 2016 uno dei più importanti compositori del XXI secolo, Stephane Delplace. Ma il Tetracordo ha accolto anche illustri interpreti classici italiani come Massimo Spada e Vito Venezia, creando una serie di concerti classici in collaborazione con “Musica da Casa Menotti” (Festival dei due Mondi di Spoleto) in formato “House Concerts”.

LA DIREZIONE ARTISTICA – La direzione artistica del Festival è affidata a Giordano Carnevale (Clarinetto) e Simone Pace (Chitarra).  Giordano Carnevale ha conseguito i diplomi di laurea in Strumento e Composizione presso i Conservatori Lorenzo Perosi (Campobasso) e C. Debussy (Parigi), mentre quello di Musicologia presso l’Università Sorbonne di Parigi. Ha inciso due dischi: “Giordano Carnevale plays Duke Ellington” e “Cross Connection”. Presso l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi ha diretto un programma sull’impatto culturale che il jazz ebbe in Italia nel secondo dopoguerra. Risiede a Parigi dal 2012. E’ Cofondatore e direttore artistico del Festival Internazionale “Tetracordo Jazz Summit” e direttore artistico del “Cervinia Nature Music Festival”.

Simone Pace ha conseguito il diploma di laurea con il massimo dei voti presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. I suoi studi sono proseguiti presso il Saint Louis di Roma. Frequenta Siena Jazz 2007, We love Jazz 2008 e prende parte ai corsi di Barry Harris (2008, 2012 a New York, 2014). Studia con Agostino Di Giorgio, Bob Mover e Udo Van Boven. Ha collaborato con l’Eddie Lang Jazz Festival e registrato i dischi «ISMEZ/Music Live», «Alberto Benicchi and The Bebop Boys» e «Cross Connection». Collabora con alcuni dei principali musicisti della scena internazionale.

PATROCINI E PARTNER – Il Tetracordo International Music Festival è patrocinato dall’Assessorato alla Cultura della Regione Molise. Media partner sono l’associazione nazionale Digital Media e il magazine Restoalsud. Partner dell’evento è la Galleria 180 di Gennaro Petrecca. Mentre il Campus estivo della “Jazz Academy” è realizzato in partnership con i docenti e gli studenti dell’Orchestra Giovanile Città di Isernia e della Epic Music Orchestra.

Share this