FIRSTonline, il giornale web indipendente di economia e finanza fondato da Ernesto Auci e Franco Locatelli, e goWARE, start up emanazione dell’agenzia letteraria Thèsis Contents, specializzata nell’editoria digitale e nelle applicazioni per iPhone e iPad, hanno raggiunto un accordo di collaborazione editoriale ad effetto immediato per la pubblicazione di e-book su temi e personaggi di attualità con particolare riferimento all’economia, alla finanza, al risparmio e all’attualità politica, culturale e sociale.

L’obiettivo è di produrre almeno 50 nuovi titoli l’anno, concepiti espressamente per la lettura digitale, arricchiti da link, video, colonne sonore e altre soluzioni adatte a chi consuma contenuti sui dispositivi mobili come tablet ed e-reader. Inizialmente i nuovi e-book, contrassegnati dal logo FIRSTonline-goWare, verranno distribuiti sulle piattaforme di Amazon, Apple, Google ma in futuro anche su una propria piattaforma.

I testi, tutti dedicati a temi e personaggi di grande attualità, scritti da professionisti collaudati ma anche da nuove firme, saranno precisi e brevi al tempo stesso (non più di 20mila parole l’uno), punteranno alla documentazione essenziale ma anche ad uno spirito di servizio. La loro finalità sarà quella di offrire ai lettori l’occasione di sapere per capire: i nuovi e-book garantiranno sinteticamente le informazioni, gli approfondimenti e le chiavi di lettura necessarie per capire. Qualità ed essenzialità saranno le caratteristiche dominanti di questa nuova linea di e-book, pensati e realizzati con un approccio fuori dal coro del conformismo dominante.

Economia, finanza ed attualità saranno il core business di questa nuova iniziativa ma non ne esauriranno la produzione che esplorerà anche i terreni dell’editoria scolastica, dell’arte, dello sport e del tempo libero ma in una logica sempre innovativa e nettamente distinta dalla concorrenza. Ultima ma non secondaria novità, la partnership editoriale FIRSTonline-goWare si ispirerà a una politica commerciale aggressiva e innovativa che intende rispondere alla sfida che viene dagli editori tradizionali più dinamici sia sul terreno della qualità che su quello del pricing con prezzi di facile accesso che in molti casi saranno inferiori a quelli di un giornale di carta e spesso inferiori a un euro. (PRIMAPRESS)

Share this